Consolidamenti e fondazioni speciali

Questi interventi sono necessari quando viene meno la stabilità di una costruzione, nelle opere di consolidamento dei terreni e nelle opere di sostegno di versanti e fronti di scavo.
La natura del terreno, gli spazi e i costi dell'opera sono fra gli aspetti che determinano la scelta del sistema fondale e della profondità da raggiungere. Selezioniamo con accuratezza le materie prime da utilizzare, scelta fondamentale per l'efficiente funzionalità delle opere. Mettiamo in opera:

Pali (Ø tra 300 e 1500mm)

Eseguiamo pali di tipo trivellato, sia con l'impiego di fanghi bentonitici che a secco con camice di rivestimento, oppure con il metodo a elica continua (CFA).

Micropali (Ø tra 114 e 300mm)

Il campo di applicazione dei micropali è legato in prevalenza alle opere di consolidamento del terreno in prossimità di manufatti, gallerie, fondazioni, scarpate ecc.
I vantaggi di questa tipologia di pali trivellati sono legati all'uso di attrezzature di piccole dimensioni (sonde a corsa media e corta) e dal minimo disturbo per le costruzioni esistenti.

Tiranti

La funzione principale dei tiranti è quella di contrastare le spinte attive ancorando paratie di pali, micropali e muri di sostegno.
Realizziamo tiranti a trefoli e a barre (tipo DYWIDAG).

Jet-Grouting

Il trattamento jet-grouting consiste nella disgregazione del terreno e nella miscelazione dello stesso in situ attraverso getti ad alta pressione. Mediante la tecnica del jet-grouting possono essere trattati terreni di diversa granulometria e permeabilità.

Iniezioni di cemento

Gli interventi sono finalizzati a consolidare e impermeabilizzare vuoti e porosità delle fondazioni introducendo (a pressione) miscele cementizie.

Dreni

Le opere di drenaggio più comuni consistono nell'esecuzione di perforazioni sub-orizzontali in cui vengono inserite tubazioni microfessurate atte a captare ed allontanare le acque sotterranee che generano instabilità dei versanti.